Catalogo Urbano

Racconti e percezioni di Piazza Gasparotto

Padova – Novembre 2016 / Giugno 2017

SONY DSC

Il nostro collettivo è stato uno dei vincitori del bando Piazza+, nel quale si offriva una residenza d’artista con un contributo finale per la realizzazione di un progetto di arte pubblica all’interno di un più grande processo di rigenerazione di Piazza Gasparotto; una piazza semi pubblica che si trova a pochi minuti dalla stazione di Padova. Per Piazza+ abbiamo deciso di lavorare sulle percezioni del luogo, cercando di porre criticamente la domanda: qual è il ruolo effettivo degli artisti nei processi di rigenerazione? In quale stadio essi devono essere coinvolti? È possibile pensare a un’alternativa all’intervento di arte pubblica tradizionalmente inteso? Per questo tra novembre 2016 e giugno 2017 abbiamo intervistato, collaborato e coinvolto le diverse comunità che abitano la piazza, scoprendo e rivelando i loro sogni, i loro desideri e la la loro relazione quotidiana con quel luogo.

 

Le attività del progetto sono state:

Pic-nic

picnic15 copy

Durante questi mesi siamo entrate in contatto con i gruppi di signore provenienti dalla Moldavia, Ucraina, Romania che solitamente si fermano in piazza per chiacchierare e mangiare qualcosa insieme. In risposta ai loro racconti e ai loro desideri abbiamo deciso di offrie un pic-nic in piazza, condividendo cibo, racconti ed esperienze.

Workshop

grigio blog

Abbiamo inoltre realizzato un workshop per i partners coinvolti nel processo di rigenerazione, invitandoli ad esplorare la piazza con i nostri occhi e condividendo storie, relazioni e percezioni quotidiane del luogo, stimolando l’immaginazione e l’ascolto

Pubblicazione

kr

Termine del progetto è una pubblicazione, all’interno della quale sono state raccolte interviste, racconti e percezioni della Piazza. La pubblicazione è un vero e proprio catalogo di voci  di chi vive questo luogo ogni giorno e di chi non l’ha mai visto.  E’ un invito a rivedere la piazza con nuovi occhi e di capire la vita che la caratterizza. Nella pubblicazione sarà inoltre possibile leggere il prezioso contributo delle curatrici Cecilia Guida, Michela Lupieri e Alessandra Pioselli e dell’artista scozzese Alison Scott.